Nuove risposte attendono

Stamani mi sono svegliato con la voglia di scrivere qualcosa per il blog della Irtemwine società di soluzioni marketing innovative in ambito food & wine che piano piano si sta portando all’attenzione delle cantine della Toscana, sua regione di origine.

Premetto che questo articolo può sembrare di parte, ma cerca di entrare in quella dimensione più personale che è il cervello, dove prendono forma le decisioni di ogni singolo imprenditore, cantiniere, enologo, manager, giornalista e di chiunque in qualsiasi campo.

Prendo spunto da una frase di uno scienziato unico quale è stato Einstein che oltre ad essere inarrivabile nel suo campo ha detto frasi che sono, almeno per me, delle massime filosofiche a cui cerco di attenermi. “Pazzo è chi cerca di ottenere risultati diversi facendo sempre la stessa cosa”. Questa massima risulta essere vera in qualsiasi prassi della vita ma l’ho presa a prestito per analizzare il problema di fondo di qualsiasi imprenditore del vino, che proprio per il suo attingere alla tradizione, al “si è sempre fatto così”, alla sua vocazione quasi ostentata di essere e presentarsi come colui che conosce la terra e i suoi frutti come nessun altro, lo porta sempre a scelte di continuità sia per quanto riguarda la cantina sia per quanto riguarda le scelte di marketing che è l’oggetto di interesse di questo articolo.

Quello che mi è capitato, nel fare la conoscenza delle cantine è che prima di qualsiasi argomento potessi trattare, la frase che più mi veniva ripetuta era “abbiamo già la persona che pensa a queste cose e con cui collaboriamo” a prescindere da quello che avevo da dire nella mia presentazione. E’ vero che inizialmente la difficoltà e la goffaggine di dire cose nuove o anche gli sbagli e la presunzione di saper dare delle risposte a qualsiasi esigenza hanno generato quel tipo di risposte sia che la cantina fosse piccola o grande, ma anche successivamente la risposta è stata la stessa. Torno a ripetermi ma le domande che attendono risposte sono sempre uguali. Come riesco a dare più valore alla bottiglia che vendo? Come riesco a percepire i nuovi consumatori del mondo intero? Come riesco a valorizzare la mia azienda e il mio brand?

Faccio una enorme fatica a capire le risposte che le cantine cercano di dare nel loro interesse. Le scelte che vengono fatte ricalcano quasi a pennello scelte precedenti, si adottano gli stessi modelli, si tracciano gli stessi percorsi. Gli stessi guru, gli stessi giornalisti che stilano classifiche, stessi enologi di grido che affinano prodotti eccelsi, stessi grafici che studiano nuove etichette che utilizzano gli stessi modelli e partono dalle medesime premesse. E che cavolo un po’ di fantasia. Cambiamo prospettiva: cerchiamo di guardare tutto con occhi nuovi. Non a caso si inizia a parlare di industria 4.0. Tutte le nuove tecnologie bisogna iniziare a padroneggiarle anche nelle cantine per essere conosciuti e riconosciuti. Siamo nell’era degli smartphone, della globalizzazione, dei social, dell’immagine e ancora comunichiamo con la carta, i fax, facciamo gli stessi depliant, utilizziamo gli stessi contenitori, le stesse etichette. Il mondo è cambiato, cerchiamo di cambiare le risposte. Un po’ di rottura non guasterebbe

Una dimensione fondamentale del marketing è l’ascolto, la raccolta dei dati, delle esperienze, per ricercare nuove strade da percorrere prima degli altri anticipando i tempi. La lentezza della terra favorisce questa ricerca. Unire gli opposti, lentezza e velocità è la sola modalità per dare risposte nuove a nuove tematiche, nuovi problemi, nuovi scenari. La via è nel cercare queste risposte nuove. Altrimenti sono sicuro che rimarremo nel nostro mondo antico senza capire che tutto intorno a noi sta cambiando.

Bruno

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il 8 settembre 2016 alle 15:49 ed è archiviata in generale. Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: