The solution is around YOU

Se c’è un elemento identitario dai grandi valori questo è il territorio. Eppure per quanto si sia parlato dell’importanza del binomio tra produzioni tipiche e territorio si ha spesso la sensazione che questo sia un enunciato di tipo teorico, astratto, più che una vera consapevolezza del produttore.

Talvolta, addirittura, si ha la sensazione che il territorio sia più “subito” che “vissuto”, “amato”, da alcuni produttori. Spesso, infatti, il valore identitario del territorio rimane circoscritto alla “sola” denominazione apposta sull’etichetta.

Poi quasi non vi è traccia di esso nella comunicazione, nel racconto del produttore.

Quante volte si entra in un’azienda o si sentono le comunicazioni dei produttori in qualche fiera, manifestazione, degustazione dove la gran parte del racconto è concentrata sul  prodotto, sulle sue caratteristiche, sulle metodologie di produzione. Mentre sul tema di territorio ci si limita quasi sempre, laconicamente, ad un semplice “qui siamo in Valpolicella, nel Chianti…” e poco altro.

È vero che vi sono nomi di territori che già solo nel citarli evocano storie e valori importanti ma questo non giustifica la scarsa attenzione nell’esaltazione dell’identità dei territori di produzione.

Su questo aspetto, dispiace ammetterlo, i produttori di vino in Francia ci surclassano. Quasi sempre i produttori d’Oltralpe dedicano moltissimo tempo nei loro racconti al loro territorio, andando ad enfatizzare soprattutto i loro micro territori, le diversità tra una vigna e l’altra, i terreni che si modificano, i venti che si alternano. E questi racconti del territorio non si fermano alle parole dei produttori, ma diventano una comunicazione scritta sul territorio stesso. Basta andare in Borgogna o nello Champagne per imbattersi continuamente in ceppi di pietra dove vengono esaltati i diversi cru.

Questo orgoglio di appartenenza, questa riconoscenza alle proprie radici si trasformano in uno straordinario strumento di comunicazione. Una sorta di eco che si diffonde continuamente e che dà la percezione di una identità reale, sentita, profonda che difficilmente può essere scalfita.

Riconoscersi, pertanto, nell’identità del territorio significa non solo avere un contenuto di comunicazione in più ma soprattutto una forza, una sicurezza che dà senso maggiore a ciò che comunichiamo.

Poter affermare con convinzione profonda “questo vino, così come è fatto, si può realizzare solo ed unicamente qui, in questa terra”, è quanto di più forte e suggestivo si possa comunicare.

E ribadiamo ancora una volta, noi siamo convinti che più tutte le diverse identità saranno sinceramente sentite ed onestamente comunicate ai consumatori, più vi saranno corretti riconoscimenti per tutte le filiere produttive dell’agroalimentare di qualità.

Negare le identità, nasconderle, occultarle in una miriade di messaggi confusionari è quanto di peggio si possa fare. Alla fine non ci guadagna nessuno e perdiamo ogni giorno credibilità e straordinarie opportunità di mercato.

Nel piccolo ogni azienda cerca di comunicare se stessa credendo che la familiarità,a volte la storia della famiglia,della cantina,l’ospitalità siano gli unici elementi fondamentali per una buona riuscita commerciale. Non vogliamo mettere in dubbio che non lo siano, ma quanti di voi si sono mai interrogati su come poter riuscire a coinvolgere il cliente,come rendere un esperienza unica,come far si che un soggiorno,una degustazione o un tour aziendale non siano solo del tempo speso bene ma un esperienza che crei dei legami con il cliente,che faccia si che anche successivamente si ricordi di voi?

Sicuramente uno studio comunicativo legato al territorio è fondamentale da intraprendere per far si che le peculiarità che vi circondano si leghino indossolubilmente alla vostra  azienda.

Spesso mi ritrovo a parlare con cantine immerse in paradisi terrestri e che troppo spesso non fanno niente per comunicarlo,per valorizzarlo, perchè troppo concentrate sul vino,non capendo che il prodotto è l’ emanazione dell’ azienda,di loro stessi,del territorio che li circonda e che ognuno di questi aspetti va valorizzato allo stesso modo se si vuole riuscire a ottenere buoni risultati commerciali.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il 7 gennaio 2016 alle 17:44 ed è archiviata in marketing. Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: